“Romeo e Giulietta”: Shakespeare o Dire Straits?

Romeo & Giulietta

R&J

Esiste da sempre uno stretto legame tra letteratura e musica, si pensi alla poesia dove l’ elemento sonoro è sostanziale, ma anche al teatro e alla narrativa che spesso diventano opere in musica. Gli esempi sono numerosi, a partire dall’antica Grecia fino ai giorni nostri. Potremmo citare  “La signora delle Camelie” romanzo e opera teatrale dell’ Ottocento che ha ispirato “La Traviata”  di Verdi oppure, molto più di recente, “Murders of the Rue Morgue” racconto che ha dato titolo e forma all’omonimo brano degli Iron Maiden. Queste reciproche sollecitazioni espressive e linguistiche tra musica e letteratura hanno creato espressioni artistiche estremamente interessanti, per questo noi di Milleletture abbiamo pensato di proporvi un percorso che prenda in considerazione testi che hanno fatto vivere la musica all’interno delle loro pagine e musiche che hanno tradotto in note opere letterarie.

ChiaveIniziamo subito e visto che questa settimana terminerà con la Festa di San Valentino vi anticipo sin da ora che i post del nostro blog metteranno a dura prova i vostri livelli glicemici, il seguente non farà eccezione o quasi. Ho infatti deciso di cominciare con un brano musicale che deve i natali a un opera letteraria famosissima (forse la più conosciuta quando si parla di innamorati) trasposta anche in  film, commedie teatrali e musical:  “Romeo and Juliet” dei Dire Straits. Il brano ha la tipica struttura della ballad inglese basata su una sorta dialogo tra due personaggi che prende forma in una metrica regolare. Inutile sottolineare che si ispira al dramma che Shakespeare ambientò a Verona dove i giovani  “Romeo e Giulietta” in mezzo a l’odio che imperversava tra le loro famiglie sono travolti da un sentimento incondizionato quanto impossibile, dolce quanto impetuoso che li porta ad un crudele destino. Questa tragedia ha per oggetto l’amore e la tragicità dell’amore, ma nel contempo si arricchisce di temi che esulano la vicenda amorosa come gli inestinguibili odi familiari e il drammatico scontro tra due generazioni che rimandano all’ eco della bellicosa epoca elisabettiana. Inoltre, Shakespeare mescola sapientemente commedia e tragedia, accostando alle figure dei due innamorati quelle di personaggi che danno carattere alla storia. La balia di Giulietta, fedele, affettuosa e logorroica,  o Mercuzio, ironico amico di Romeo, che conquista con la sua arguzia, il suo intelletto e la brillante parlantina e ci concede delle piacevoli pause dallo sdolcinato Romeo.

Chitarrista0Anche in musica ritroviamo gli elementi caratteristici dell’opera letteraria l’amore, l’ironia e in un certo senso il dramma, certo articolate in modo diverso. Romeo è sempre il prototipo del giovane innamorato solo che, a differenza della tragedia shakespeariana, il suo sentimento per Giulietta non è corrisposto e lui non vuole accettarlo. Il chitarrista della band e autore della canzone, Mark Knopfler, ha confessato di aver tratto ispirazione dalla fine di una sua storia d’amore,  forse per questo la figura di Romeo è intesa in senso ironico (autoironico). Perché descrive chi disperatamente innamorato non riesce a farsi una ragione della fine di un rapporto e tentandole tutte per riconquistarla finisce per  rendersi ridicolo. Poi a distanza di tempo, ripensandoci con il senno di poi, sorride di sé e di quando fosse patetico.

Dal punto di vista musicale “Romeo And Juliet” è basata su un accompagnamento piuttosto semplice nelle strofe che si trasforma in un autentico arrangiamento rock nel ritornello. Il brano inizia con un assolo di chitarra resofonica ad opera di Mark Knopfler, “guitar-hero” dalla tecnica impareggiabile. Il pathos è accentuato da sapienti pause in cui la suadente voce di Knopfler è accompagnata da un semplice tocco di batteria lasciando che i versi facciano il resto.

Sono passati anni dall’uscita del brano, eppure il testo ancora cattura rendendo la canzone una delle più apprezzate della band.

Voi quale versione preferite di “Romeo e Giulietta”, l’antico dramma shakespeariano, in cui di due giovani si amano fino alla morte o la più recente storia di Romeo e del suo amore perduto per la bella Juliet? oppure, sono entrambe troppo melense per i vostri gusti? Aspettiamo le vostre opinioni, intanto buona lettura e … buon ascolto.