Carrie di Stephen King A tutt’arte

La nostra nuova rubrica che va a indagare sul dopo libro cioè tutto ciò che stimola una volta terminata la lettura, la fantasia…. Ma passiamo a noi…. oggi prenderemo in esame Carrie Qui la Recensione e Qui le citazioni come molti sanno è il primo romanzo del grande Stephen King scritto nel 1974 è stato l’apripista di colui che oggi definiamo il re dell’horror (per quanto riguarda ovviamente i romanzi).

Su questo romanzo c’è praticamente di tutto e cercheremo d’esaminare una categoria alla volta…ovviamente io sono Pro spoiler…quindi se volete visionare i suddetti, vi consiglio di non continuare con la lettura, ma assimilate solo i titoli 😀

Cinema

Carrie – Lo sguardo di Satana

Il primo film su Carrie è del 1976 diretto da Brian De Palma e con Sissy Spacek nel ruolo di Carrie White

In questa prima trasformazione diverse sono le differenze tra romanzo e film, segnaliamo qui solo quelle più significative

  • Carrie uccide sua madre impalandola pentitasi del suo gesto fà collassare la casa sopra di loro, morendo. Il modo in cui la casa collassa è simile al racconto della pioggia di pietre del libro (che non viene citata nel film). Dopo questa scena, Sue sogna un tempo nel futuro, dove si troverà con dei fiori sulla tomba di Carrie. Al momento di deporre i fiori ai piedi di una croce su cui qualcuno ha scritto “Carrie White brucia all’inferno”, una mano insanguinata esce dalla tomba e l’afferra. Stephen King disse che avrebbe voluto pensare lui a questo finale. Mentre alcuni lo vedono come un finale scioccante, altri pensano che sia solo un modo per rendere meglio il finale dal punto di vista cinematografico.
  • Nel film, non c’è il massacro che c’è nel libro (ne molta parte dell’inchiesta) ma Carrie si limita ad uccidere i presenti nella palestra e insegue chi ritiene da “punire”
  • Altra differenza nella versione cinemotografica i “Cattivi” Billy e Chris effettivamente muoiono carbonizzati (cosa che nel libro lascia solo intuire)

Ha vinto il grande premio all’Avoriaz Film Festival e Sissy Spacek è stata premiata con il titolo di “Miglior attrice” dalla Società Americana di Premi della Critica.

Trailer in inglese

da questo film partorisce anche l’idea di creare Carrie 2: la furia film del 1999 sequel di quello appena citato ambientato 20 anni dopo la catastrofe e ha come protagonista la sorellastra di Carrie

Carrie

Nel 2002 esce Carrie con regia di David Carson e con protagonista Angela Bettis, prodotto dalla nbc. Doveva essere un pilot per una serie televisiva e di conseguenza, il finale era stato adatto a ciò, ma poi il progetto non andò in porto.  La differenza sostanziale con il libro sta appunto nel finale.

Alcune curiosità:

  • Questo film è stato trasmesso 26 anni dopo la prima trasportazione cinematografica.
  • Per girare la scena del sangue, nel ballo in maschera, ci sono voluti 3 giorni.
  • Per far in modo che gli occhi di Carrie quando usasse i poteri sembrava che non si chiudessero, sono state montate più scene
  • A differenza della versione del 1976 e la versione 2013 (di cui parleremo tra poco), questa versione mostra che Carrie non ha alcun controllo sulle sue azioni telecinetici.
  • L’unica versione cinematografica che rappresentare la scena in cui una giovane Carrie spia la sua vicina di casa prendere il sole.
  • L’unico adattamento di Carrie dove Sue Snell è un afro-americana.
  • Quando Sue Snell (Kandyse McClure) suggerisce al suo fidanzato Tommy Ross (Tobias Mehler) di portare Carrie al ballo invece di lei. Lui risponde con “Dovremmo avere una regola: se fanno qualcosa in un film di Freddie Prinze Jr., non ci è permesso di farlo nella vita reale.”. Il film che si riferisce è Kiss Me (1999). Nel film, Freddie Prinze Jr. prende una scommessa dai suoi amici che può trasformare qualsiasi ragazza casuale nella reginetta del ballo in sei settimane. Il film è un aggiornamento di stile contemporaneo del George Bernard Shaw commedia “Pigmalione”, che è stata la base per il musical popolare “My Fair Lady”. Quando Tom chiede a Carrie, lei menziona il gioco e il musical.
  • A 2 ore e 12 minuti, questo è il più lungo adattamento del Carrie fino ad oggi.

Trailer in inglese

Ed ora passiamo al più recente (e per ora ultima) trasportazione cinematografica di Carrie

Lo sguardo di Satana – Carrie

E’ un film del 2013 diretto da Kimberly Peirce e con protagoniste Chloë Grace Moretz.

Anziché basarsi sul libro, il film ricalca l’adattamento cinematografico del 1976, riprendendo la maggior parte delle modifiche e riutilizzando molte delle linee di dialogo aggiunte. In entrambe le versioni Carrie non è raffigurata come una ragazza brutta, ma il suo look trasandato e la sua timidezza penalizzano il suo reale aspetto fisico, ed anche in questa versione la madre non è terribile come nel romanzo ma a tratti risulta “affettuosa”.

Differenze con il romanzo:

  • La scena delle docce: Nel romanzo sono le compagne di scuola ad accorgersi delle mestruazioni di Carrie, e lei cade dopo una lunga umiliazione mentre nel film è la stessa ragazza ad accorgersene. In questa versione Carrie sporca Sue e Chris con il sangue del ciclo mestruale (nel libro non accade). Sue, che nel romanzo partecipa con “gioia selvaggia” all’umiliazione di Carrie e si pente soltanto dopo l’intervento di Miss Desjardins, in questo caso si pente di averla offesa appena nota il suo sguardo disperato. Chris riprende il tutto con un cellulare, nel romanzo questa scena non c’è per ovvi motivi, negli anni settanta, quando è stato scritto il libro, non esistevano ancora i cellulari e carica il video su YouTube.
  • Heather Shyres, che nel romanzo si chiama Helen, nel film è un personaggio negativo mentre nel libro positivo in quanto non ride di Carrie quando viene inondata di sangue e come Sue è pentita del suo comportamento verso la protagonista.
  • Nel film mancano i numerosi articoli di giornali e testimonianze delle persone che hanno conosciuto Carrie o si sono ritrovate coinvolte nella distruzione della città da lei causata.
  • Nel film, Chris e Billy sembrano amarsi per davvero. Nel romanzo si usano a vicenda.
  • Il ballo: Nel film Carrie è felice di aver vinto la corona (cosa che nel romanzo gli dà fonte di stress) e quando lei è Tommy vanno al centro per essere incoronati restano in piedi (nel romanzo si siedono sui troni).
  • Nel film Carrie prima ammazza Billy e poi Chris, quest’ultima in modo particolarmente sadico e lento.Uccide sua madre con dei coltelli

Curiosità

  • Prima che l’attrice venisse scelta, Stephen King aveva dichiarato che per il ruolo di Carrie gli sarebbe piaciuto vedere Lindsay Lohan, ma l’attrice non venne mai contattata.
  • Vince nel 2014 – People’s Choice Awards come Miglior film horror
  • E’ il primo adattamento cinematografico, dove l’attrice di Carrie è effettivamente un adolescente (ed infatti aveva l’obbligo di girare solo per 8 ore al giorno)
  • Alex Russell (Billy) dopo aver baciato la mazza (nell’uccisione dei maiali) si è ammalato perché erano rimasti escrementi di maiale sulla mazza.
  • La pioggia di rocce che c’è alla fine del film erano reali. Sono tate utilizzate delle controfigure per non ferire le attrici.
  • Per preparare il ruolo di Carrie, il regista Kimberly Peirce ha inviato Chloë Grace Moretz (Carrie) nei rifugi per senzatetto per incontrare persone che avevano realmente vissuto vite difficili.
  • Kimberly Peirce ha dichiarato che hanno usato circa 1000 litri di sangue finto. Con circa 50 test per i capelli e il trucco di Chloë, e tutto il resto. Chloë ha anche detto in un’intervista che ha lavorato nel sangue per circa 3 mesi.
  • Per la scena specchio in frantumi, i realizzatori hanno cercato di girare praticamente con le schegge di vetro attaccate a dei fili, in modo da manipolarli è il risultato è stato superlativo.
  • Brian Cranston (il falegname del set), Emma Tamblyn (assistente alla produzione: reparto costumi), la Giordania Samuel (caporeparto makeup), Peter P. Nicolakakos (set decorator), e Susan Reilly LeHane (makeup artist per Julianne Moore) tutto appaiono sulla schede elettorali da ballo nel film.
  • Megan Fox ha mostrato interesse per il ruolo di Carrie White.
  • L’insegnante di Carrie (quando Carrie legge la sua poesia) ha lo stesso cognome come Stuart Ullman da The Shining, Un altro romanzo di Stephen King adattato in un film

E con questo concludiamo il reparto Cinema su Carrie lasciandovi al trailer in italiano

 

Rimanete sincronizzati per il seguito di A tutt’arte con Carrie, non abbiamo ancora terminato! A presto