Fame di Hamsun Knut Citazioni

Fame

Fame

Ebbene oggi vi proponiamo le citazioni di Fame di Hamsun Knut, libro del mese di Gennaio del nostro gruppo di lettura per info qui: Napul’è mille letture e su Facebook il nostro gruppo Gruppo di lettura di Napoli

Una breve descrizione di questo romanzo a cui prossimamente seguirà una recensione fatta da noi… Recensione qui

“Un giovane scrittore, nei cui tratti e nelle cui esperienze si riconosce facilmente lo stesso Hamsun, passa un periodo di solitari deliri e tortuose riflessioni nella città di Christiania. Vari personaggi lo sfiorano e scompaiono, ma unica vera e costante compagna, inesorabile antagonista, è la fame. Visionario della fame, il giovane scrittore scopre il carattere fantomatico e oppressivo della vita urbana, si inoltra negli infiniti sottosuoli della mente, lascia infine che esploda la sua rabbia fisiologica contro una società che sembra affinare sempre più, col tempo, le sue torture. E la sua narrazione brucia il naturalismo esasperandolo.”

Senilità divisorio milleletture

“Se non c’è speranza, non c’è speranza e tanto basta.”

“Ero sbalordito, non sapevo come camminare, come muovermi. Quella creatura mi aveva tutto sconvolto. Ero fuori di me dalla gioia, provavo una meravigliosa allegria. Mi pareva di morire dalla felicità. Per un momento dimenticai la mia povertà, la mia miseria, la mia lagrimevole esistenza, sentii il sangue scorrermi caldo nelle vene come ai bei tempi prima della rovina”

“L’unica cosa che mi torturava un poco, nonostante il disgusto del cibo, era la fame. ”

“Nessuno dei due parlava. La strinsi con forza sul mio petto senza dire una parola. Sentivo il battito dei nostri cuori: era come uno scalpitio di cavalli in corsa. E la baciai.”

Avete letto questo libro… dateci un vostro parere…