La fine è il mio inizio… citazioni

La fine è il mio inzio

di

La fine è il mio inizio

Una biografia non facile da leggere anzi, tutt’altro… questo libro ci racconta gli ultimi giorni di vita di un grande giornalista che ha voglia ancora di raccontarsi per far si che le sue memorie non vadano perdute. Cosi tre mesi prima di morire, chiama il figlio Folco nella casa di Orsigna perchè possa scriverle. Padre e figlio si incontrano sotto un albero, unico testimone un registratore e parlano della vita passata, delle passioni e dei divertimenti oltre che del lavoro. Indizia da un infanzia povera a Firenze e dei primi passi nel mondo del giornalismo. I grandi momenti della sua vita – la violenza della guerra in Vietnam, la delusione del comunismo in Cina, l’orrore del futuro visto in Giappone – si alternano ai ricordi personali di viaggi avventurosi in zone proibite, di incontri con spie, e di passioni che lo hanno portato a collezionare migliaia di libri, statue tibetane e gabbie piene di uccelli esotici. Ed è così che parola dopo parola, ricordo dopo ricordo, Terzani si mostra in tutta la sua pienezza.

Milleletture separatore

“Io ho amato tua madre per i quarantasette anni in cui siamo stati assieme e quando dico che me ne stacco non voglio dire che non la amo più, ma che questo amore non è più una schiavitù; che non sono più dipendente da questo amore; che sono, anche da questo, distaccato. Questo amore è parte della mia vita, ma io non sono quell’amore.”

“Il vero desiderio, se uno ne vuole uno, è quello di essere se stessi.”

“Una strada c’è nella vita, e la cosa buffa è che te ne accorgi solo quando è finita. ”

“tu vendi il tuo tempo, le tue giornate, per cui lo stipendio che ti danno è una sorta di ricompensa perché ti hanno rubato qualcosa.”

“Tu pensa alla storia dell’umanità e al progresso che ha fatto l’uomo in termini materiali. Ha allungato la sua vita, va sulla luna, ma davvero non ha fatto alcun progresso dal punto di vista spirituale. Proprio nessuno, nessuno, nessuno. È un’illusione che l’uomo sia progredito. ”

E con questo è tutto…presto una recensione di questo libro